Angelo Tofalo sul Dominio Spaziale

16/04/2019

Angelo Tofalo sul Dominio Spaziale

II Seminario Italian Open Lab [01]

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo apre i lavori del seminario sul dominio spaziale e avvia così il secondo appuntamento del progetto Italian Open Lab focalizzato prevalentemente sull’innovazione tecnologica.

“Grazie a tutti per essere qui presenti oggi. Con questo ciclo di incontri vogliamo creare un dialogo di interconnessione reale, efficace ed efficiente basato su contenuti di alto livello tra le Istituzioni Pubblica Amministrazione, le imprese, le aziende, i ricercatori, le università, le start-up e tutte le figure che sono parte attiva della filiera di creazione di un prodotto”.

Il tavolo di lavoro, inaugurato dal Sottosegretario di Stato alla Difesa, punta ad incanalare tutti quei concetti culturali tecnologicamente innovativi meritevoli di essere trasformati in progetti tangibili.

“Girando per gli uffici della Difesa, ogni giorno ne scopriamo uno molto interessante, capace di fornire un servizio efficiente ai cittadini. E a questo tavolo, a cui abbiamo riunito tutti gli attori di questo percorso, vogliamo far emergere le criticità del sistema sicurezza di modo che le Istituzioni possano intervenire e creare così il vero sistema Paese, non solo a parole, ma soprattutto con i fatti”.

Il fine a cui tende il seminario nel suo complesso è proprio creare un percorso condiviso tra i diversi attori del mondo tecnologico, con un’attenzione particolare rivolta al settore della sicurezza nazionale.

“La necessità più urgente del nostro Paese è quella di valorizzare le Istituzioni per creare una connessione concreta con i cittadini e con le imprese. Per rendere possibile questo obiettivo abbiamo bisogno di produrre delle proposte normative che valorizzino e proteggano le nostre migliori risorse”.

Hanno partecipato a questo terzo seminario sul dominio spaziale, tenutosi a Roma il 16 aprile 2019, dirigenti della Pubblica Amministrazione, figure politiche di vertice e accademici provenienti dal mondo accademico e dai centri interuniversitari nazionali: