Sergio Attilio Jesi sul dominio Spaziale

16/04/2019

Sergio Attilio Jesi sul dominio Spaziale

II Seminario Italian Open Lab [24]

Al secondo seminario di  Italian Open Lab sul dominio spaziale Sergio Attilio Jesi  spiega che il dominio della Difesa elettronica è costituito da cinque sottodomini: quattro vengono presidiati con tecnologie proprietarie, il quinto, quello dello spazio, manca.

“Se riuscissimo a inglobare anche il dominio spazio, saremmo in grado di creare un unicum mondiale, perciò sullo spazio stiamo investendo tanto”.

Vice presidente di Elettronica, un’azienda che da 70 anni produce e protegge piattaforme aeree, navali e terrestri, Sergio Attilio Jesi focalizza l’attenzione del convegno sul dominio spaziale sull’importanza dei dati di navigazione.

“Abbiamo una storia di guerra elettronica e il tema più importante è l’utilizzo dei dati di navigazione, come Galileo, Gps e Ionas. Noi siamo in grado di dettare il segnale e di dare informazioni sbagliate all’utente che utilizza il sistema e grazie a ciò potremmo deiettare interferenze ostile e proteggere infrastrutture critiche”

Una delle linee su cui Elettronica investe è la protezione del segnale di protezione satellitare, fondamentale per proteggere le reti da azioni malevoli di Stati esteri ostili o di hacker.

“Grazie alle tecnologie mutuate in ambito difesa possiamo mettere in sicurezza anche reti satellitari create in tempi passati”.

Elettronica è coinvolta in vari progetti, tra cui quello stratosferico (con la creazione di un peylod nazionale di sorveglianza tattica), la cyber situation werners (con pacchi di lavoro per la messa in sicurezza di reti cibernetiche) e Giod come capofila dello sviluppo di un’antenna antijamming.

“Purtroppo in Italia non abbiamo ancora un cliente, in Europa invece ci chiamano in tanti, perciò ragionare con Difesa e Asi su questi temi significa permettere maggiori sinergie e una migliore ottimizzazione delle risorse”.

Elettronica difatti ha proposto alle istituzioni di lavorare su alte tecnologie e sullo sviluppo di moduli Rf di alta frequenza.

,